Le pene d’amore di Edward Gardiner

Il re è quello più importante? Lui rise silenzioso. A lui piace pensarla così, ma il vero potere appartiene alla regina: è lei che dirige i movimenti del re, è lei che lo protegge quando avanza.

16,00

50 disponibili

COD: VAR001-1 Categoria: Tag:
(8 recensioni dei clienti)

Descrizione

Autore: Nicole Clarkston
Traduttore: Lucia Paltera
Illustratore: Angela Gubert
Editore: Vintage Editore
Anno edizione: marzo 2022
Pagine: 229 
Lingua: Italiano
Formato: 15×21 con alette
ISBN-13: 9791280466051
PREZZO:  € 16,00 + spese spedizione
 Formati disponibili: Cartaceo e ebook

Edward Gardiner è stato appena rifiutato dall’adorabile giovane donna che aveva intenzione di rendere sua moglie. Con il cuore spezzato e desideroso di un diversivo, accetta l’invito di suo cognato, Thomas Bennet, ad accompagnarlo, insieme alle sue due figlie maggiori, nel nord per affari di famiglia. Il viaggio di piacere di Gardiner viene interrotto, tuttavia, quando la nipote maggiore si ammala e non è più in grado di viaggiare. Fermandosi nella modesta cittadina di Lambton, i due uomini decidono che Bennet deve continuare, mentre Gardiner e le bambine devono fermarsi. L’unico problema è che Gardiner non ha la minima idea di come prendersi cura di una nipote malata e di un’altra che è capace di farlo impazzire, finché non incontra Madeline Fairbanks…

 


Oppure acquistalo su:

8 recensioni per Le pene d’amore di Edward Gardiner

  1. Eleonora

    Questo libro è stato molto speciale. Leggere la storia dello zio Edward ha arricchito la mia conoscenza della famiglia Bennet che amo profondamente. È un libro che traspare leggerezza e bontà, la dolcezza di quest’uomo non ha eguali soprattutto per il periodo in cui si trovano. Si capisce da subito che è una persona speciale, giá con le piccole nipoti è molto attento e le ama profondamente nonostante il caratterino di Lizzy. L’incontro tra le piccole con i loro futuri mariti mi ha fatto sorridere molto e mi ha toccato il cuore quando alla fine lo ricordano. Madeline da subito si fa amare da tutti, una ragazza con carattere e intelligenza con una simpatia e amorevolezza di cui subito ci si innamora. La cosa che emerge da questo romanzo è che le delusioni non ci devono far perdere la speranza ma ci devono insegnare che non era il nostro momento e, come in questo caso, la persona giusta. E che presto i sogni si avverano se ci crediamo.

  2. Recensione a cura del blog “The Reading’s Love – Lamoreperilibri”

    Se amate Orgoglio e pregiudizio non potete assolutamente perdervi questo libro “prequel” che ricrea le atmosfere del classico intramontabile che amiamo.

    Protagonisti della storia sono gli zii delle sorelle Bennet ossia Mr e Mrs Gardiner, zio Edward e zia Madeline. Qui li ritroviamo giovani, al loro primo incontro, e assistiamo alla nascita della loro storia d’amore fino alla loro unione.

    Madeline è una donna sensibile, umile e sincera, che cerca l’amore vero e che assiste spesso suo padre nella gestione degli affari di famiglia. Edward è un uomo onorevole, goffo e premuroso, affascinante per i suoi modi gentili. La loro storia d’amore è dolce, delicata e ricca di momenti di romanticismo. Emergono le emozioni e le sensazioni dei personaggi del primo sentimento d’amore, il loro affetto sincero e genuino che li rende perfetti l’una per l’altro.

    Attorno ai due protagonisti ci saranno tutti i protagonisti che conosciamo e che abbiamo imparato ad amare nel classico austeniano che si alternano alla storia d’amore dei Gardiner. C’è la piccola Jane dolce e docile, sua sorella Lizzie, spensierata, determinata e curiosa, entrambe pronte a crescere e diventare due delle figure femminili più belle della Austen. C’è un giovane Darcy adolescente sul quale sono state risposte già grandi aspettative che lo hanno reso serio e riservato, a tratti scostante, e tanti altri personaggi.

    Non deve essere stato facile per l’autrice riuscire a ricreare i personaggi, riuscendo a rispettare la loro personalità, e le atmosfere austeniane senza scostarsi troppo dall’originale.

    Se siete appassionati di Jane Austen, se amate i regency e le storie d’amore d’altri tempi, vi consiglio di non perdervi questo gioiello!

  3. Susy Tomasiello

    La bellezza di questo libro non si può descrivere totalmente perchè è una di quelle storie che va lette, assaporate e amate pagina dopo pagina.
    La particolarità di questa storia sta nel mettere in luce due personaggi che in Orgoglio e Pregiudizio tutti ricordiamo: gli zii di Elizabeth.
    Mi è piaciuto molto vederli in questa nuova veste così come ho adorato scoprire i personaggi tanto conosciuti e tanto amati.
    Decisamente consigliatissimo per chi come è una fan accanita dell’inimitabile Jane Austen.

  4. Matteo Zanini

    È una verità universalmente riconosciuta che un prequel ben scritto di “Orgoglio e Pregiudizio” possa lasciare soddisfatto lo spirito di un vero janeite. Ecco quello che è accaduto al termine della lettura della nuova proposta editoriale Vintage Editore – collana “Variazioni” – ovvero “Le pene d’amore di Edward Gardiner”, di Nicole Clarkston (autrice che ha scelto di sfruttare un perenne pseudonimo per contrastare la propria timidezza e, insieme, dare modo al suo amore per i personaggi di Jane Austen di concretizzarsi sotto forma di storie.

    Tutti coloro che hanno letto e amato “Pride & Prejudice” conoscono perfettamente la figura degli zii delle cinque sorelle Bennet (Mr. e Mrs. Gardiner, per l’appunto) e il ruolo davvero cruciale che Edward Gardiner avrà nella seconda metà della narrazione austeniana. Trattasi di personaggi piuttosto delineati e ben inseriti nella trama principale ma che, per forza di cose, finiscono con il rimanere lievemente in ombra rispetto a caratteri e protagonisti ben più centrali. Ebbene, Nicole Clarkston regala un’occasione alla storia mai raccontata, concedendoci di sbirciare attraverso la serratura dei ricordi per scoprire il passato di Edward Gardiner e Madeline Fairbanks.

    Tra le pagine de “Le pene d’amore di Edward Gardiner” si ritrovano quasi tutti i personaggi generati dalla fantasia austeniana: la famiglia Bennet (con le cinque, piccolissime figlie dai caratteri già piuttosto riconoscibili), i fratelli Darcy e il rigoroso padre, l’insopportabile Lady Catherine de Bourgh e persino un giovane Mr. Wickham – verso il quale non si può che stortare preventivamente il naso. La penna della Clarkson ci porterà, inoltre, a conoscere intrecci e scenari che si incastoneranno con accortezza e precisione nel plot originale. L’autrice approfondirà parallelamente le figure di Mr. Gardiner e della giovane Madeline Fairbanks, che si troverà inaspettatamente ad accudire una giovane Jane Bennet dalla salute cagionevole e un’irruenta e curiosa Elizabeth. La reciproca conoscenza e la connessione tra i due spiriti sarà il germoglio di un rapporto solido e consapevole – felice come quello che Jane Austen ci ha presentato sin dalla prima apparizione del suo capolavoro più conosciuto.

    Un romanzo che è sì un vero e proprio omaggio, ma che contiene tra le sue righe anche la visione contemporanea e attuale della genesi di un rapporto a due, del reale significato che un incontro può assumere quando è protetto da una buona stella, del concedersi con garbo allontanando con intelligenza le reticenze, i timori, l’ignoto. Una lettura godibile e piacevole nella quale ogni appassionato di Jane Austen troverà il conforto di cui necessita.

  5. Samuela C.

    “Le pene d’amore di Edward Gardiner” di Nicole Clarkston è un volume che ci mostra una grande novità perché è il primo che presenta la nuova veste grafica delle collane standard di Vintage Editore. Sono molto contenta che l’onore sia toccato a questo romanzo poiché l’ho amato molto. Rispetto ai sequel, agli spin-off e alle variazioni, i prequel sono decisamente più rari e questo è il motivo per cui per me è sempre un piacere leggerli. Questa storia ha inoltre il pregio di concentrarsi su due personaggi che in “Orgoglio e pregiudizio” di Jane Austen sono fondamentali, ma di cui sappiamo relativamente poco. Nicole Clarkston ha dato voce a Edward Gardiner e a sua moglie raccontandoci il momento in cui si sono conosciuti e innamorati. Di Mrs Gardiner non abbiamo avuto modo di scoprire il nome di battesimo nel capolavoro austeniano e l’unico indizio lasciatoci da Zia Jane è che il nome in questione inizia con la lettera M. Perciò la Clarkston ha potuto scegliere il nome della propria eroina e ha optato per Madeline Fairbanks. Quest’ultima si è rivelata un bellissimo personaggio che non ha nulla da invidiare alle varie protagoniste dei romanzi della Austen. Anche a livello narrativo sono rimasta piacevolmente soddisfatta perché la storia conquista il lettore fin dalle primissime pagine. Questo romanzo non si limita a farci seguire esclusivamente le vicende di Mr e Mrs Gardiner prima del loro fidanzamento e matrimonio, ma ci permette di ritrovare i personaggi più amati di “Orgoglio e pregiudizio” nella loro versione giovanile. Non solo Jane ed Elizabeth Bennet, ma anche Fitzwilliam Darcy con sua sorella Georgiana e Charles Bingley. Il tutto è narrato sapientemente e con grande rispetto per l’opera originale. Consiglio dunque la lettura di questo romanzo di Nicole Clarkston a tutti coloro che hanno voglia di fare un tuffo nel “passato” di “Orgoglio e pregiudizio” e adorano anche il variegato mondo dei prequel. Sicuramente “Le pene d’amore di Edward Gardiner” non deluderà le aspettative di chi ama questo genere di libri.

  6. La Bibliatra

    Estratto dal Blog] […] prequel del mio amato “Orgoglio e Pregiudizio”[…]comincia con un giovane Edward Gardner rifiutato perché non troppo ricco.[…]Deluso, accetta l’invito di suo cognato Mr Bennet di accompagnarlo, insieme alle due figlie maggiori, in un viaggio lungo e penoso, al capezzale del fratello morente. Lungo la strada, però, sono costretti ad una sosta forzata a causa di un malanno della più grande delle sorelle Bennet. Mentre, quindi, Mr Bennet prosegue il viaggio, Edward Gardner si ferma nel Derbyshire,[…]per curare la salute della piccola Jane, aiutato da una giovane fanciulla del luogo, Madeline Fairbanks,[…]Nicole Clarkston ci re-immerge nelle atmosfere austeniane e ci dà la possibilità di ritrovare “vecchi amici” a noi tanto cari[…]ricalca i caratteri già delineati dalla Austen non alterando le caratteristiche fondamentali ed è molto carino leggere di una Jane già dolce e di Elisabeth già impertinente in tenera età. È stato sublime, poi, leggere di un incontro tumultuoso, ma allo stesso tempo dolcissimo dei due futuri coniugi Darcy in tenera età[…]Lo stesso stile di scrittura ricalca quello del romanzo originale[…]Un romanzo delicato e tenero, che si legge agevolmente e che fa trascorrere al lettore piacevoli ore in compagnia di personaggi a cui siamo legati, una lettura per isolarci dalle pene quotidiane e immaginare mondi antichi e suggestivi.[…]

  7. Diletta Nicastro per il blog #Mozzafiato

    Leggendo il libro, quello che salta agli occhi è l’evidente conoscenza che la Clarkston ha dei libri di Jane Austen e una cura ai dettagli quasi maniacale. E’ altresì indubitabile la passione che l’autrice nutre nei confronti degli zii Gardiner.
    Il dettaglio che mi è piaciuto di più sono le iniziali GD e AF che Elizabeth Bennet trova incise in un albero. Un richiamo ai genitori di Fitzwilliam Darcy appena accennato, che avrebbe perso il suo potere evocativo se ci si fosse persi in approfondimenti.
    Personalmente avrei preferito un maggior approfondimento sui Gardiner e una minore presenza di Darcy e Lizzie, che rischiano, inevitabilmente, di rubare la scena ai veri protagonisti della storia.
    Complessivamente si tratta di un libro consigliato vivamente a tutti gli appassionati di Jane Austen, che ritroveranno dei cari ‘vecchi amici’, come li chiamava Sybil G. Brinton.

    Per la recensione completa: https://dilettanicastro.blogspot.com/2022/05/libri-le-pene-damore-di-edward-gardiner.html

  8. Alessia

    Avete mai pensato a come potesse essere un prequel del famosissimo Orgoglio e Pregiudizio??

    Bene la vintage edizioni ci dà la possibilità di scoprirlo con le pene d’amore di Edward Gardiner che si apre con il rifiuto da parte della giovane donna che Edward aveva intenzione di sposare e cosi deluso e amareggiato decide di partire con il cognato mr Bennet per andare al capezzale del fratello morente di Bennet portando con sé le nipotine Jane e Elizabeth ma proprio durante questo viaggio la più grande delle sorelle si ammala e i quattro sono costretti a fermarsi nella piccola cittadina di Lambton dove fanno la conoscenza di Miss Fairbanks che li aiuterà a prendersi cura delle bambine.

    Una lettura molto carina, è stato molto interessante vedere come si sviluppa la storia precedente a orgoglio e pregiudizio e saperne di più di alcuni personaggi marginali nel libro originale, scopriamo come nasce, in modo molto naturale e dolce , l’amore tra Edward e Madeline, del primo inaspettato incontro tra Mr Darcy e Elizabeth entrambi al momento ancora molto giovani.
    È stato bello tornare in questo mondo, devo essere sincera, non avevo del tutto, in un primo momento, anche leggendo la trama, capito che si trattasse di un prequel ma pensavo più un libro a se poi leggendo leggendo ho associato e ne sono rimasta colpita totalmente.
    Punto forte per me come sempre l’alternanza dei punti di vista che ci aiuta a capire meglio il punto di vista dei personaggi
    Anche qui cmq ritroveremo l’adoratissima Mrs Bennet e il suo bizzarro marito 😂

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbe interessare…