In offerta!

NEW VINTAGE Julia Somerford

In preda alla confusione Julia afferrò il braccio che il padre le offriva e insieme percorsero la navata fino all’altare. A ogni passo che faceva, la paura le afferrava lo stomaco e metteva radici. Voltò la testa per guardarsi intorno nella chiesa adesso che gli occhi si erano abituati alla luce fioca. C’erano solo cinque persone nell’antico edificio. Le si rivoltò lo stomaco quando si rese conto che era l’unica donna presente.

12,00

100 disponibili

COD: NV001 Categoria: Tag:
(4 recensioni dei clienti)

Descrizione

Traduttore: Daniela Mastropasqua
Illustratore: Chiara Noemi Monaco
Editore: Vintage Editore
Autore: Karen Aminadra
Anno edizione: 2020
Pagine: 150, Ill., Brossura
Lingua: Italiano
Formato: 13×21
ISBN-13: 9788894521238
  In commercio dal: 15 Settembre 2020
  PREZZO:  € 15,00 + spese spedizione
Bath, 1840. Una tazza di cioccolata calda: è questa ormai l’unica cosa che può riuscire a sollevare l’animo di Julia Somerford. Ma non una tazza di cioccolata qualsiasi, solo quella preparata alla Casa del Cioccolato gestita dai coniugi Foster. È in questo delizioso locale, tra l’aroma pungente delle spezie e del cacao, che Julia trascorre il suo tempo, seduta vicino alla vetrina per poter guardare la gente che passa e sognare altre vite e altre possibilità. È in questa graziosa cioccolateria, infatti, che la fanciulla viene lasciata dal padre mentre lui si allontana per badare ai propri affari. Ma non si tratta di lavoro, Julia l’ha capito: il padre va a giocare d’azzardo e, poco alla volta, sta perdendo tutti i loro beni. Sarà dopo l’ennesima perdita che Julia verrà condannata dal padre a una vita senza amore… o forse no?

Oppure acquistalo su:

4 recensioni per NEW VINTAGE Julia Somerford

  1. Susy Tomasiello

    Breve ma intensa questa è una storia che vi travolgerà per la sua dolcezza e sarà in grado di farvi amare un genere che conserva sempre il suo fascino senza età

  2. Susy Tomasiello

    I gialli non sono proprio il mio genere preferito ed ero un po’ titubante quando ho iniziato questa lettura ma mi è bastato davvero poco per buttare all’aria ogni mia remora e sentirmi coinvolta nella storia e nella vicende.
    Adoro quando un libro ti stupisce e ti sorprende in positivo e con questo è stato amore a prima vista. L’ho davvero adorato, è divertente, arguto, ironico e anche tanto avventuroso. Una lettura che dovete fare assolutamente per conoscere la favolosa protagonista che vi conquisterà

  3. Tany

    Gentili lettori, siamo di fronte a una delle letture brevissime che più ho apprezzato quest’anno. Julia Somerford è stata una piacevole scoperta, una favola avvolta dall’inebriante profumo di cioccolata calda. Una storia d’amore iniziata nel peggiore dei modi, tra le carte da poker, che insegna a guardare oltre le apparenze.

    Julia Somerford è figlia di un baronetto che sta cadendo in disgrazia. Il vizio del gioco del genitore continua, giorno per giorno, a spogliarli di ogni cosa ma, almeno, c’è di bello che le ha fatto scoprire un posto magico, la Casa del Cioccolato. E’ quello il luogo in cui passa ore a rilassarsi con ottime tazze di cioccolata calda ma è anche dove il padre va a giocare d’azzardo e finisce per darla in sposa a un perfetto sconosciuto. Che razza di uomo vince una moglie giocando a poker? Stephen Lockley sembrerebbe un uomo immorale, un vero mostro, ma in realtà nasconde un animo gentile che pian piano farà breccia nel cuore della nostra sfortunata Julia.

    Julia è una fanciulla molto devota alla famiglia. Vuole molto bene a suo padre, l’unico genitore rimastole, ed è disposta a perdonarlo troppo facilmente. Se mio padre mi avesse scommessa a una partita a carte non credo che gli avrei rivolto la parola tanto presto. Invece Julia è tanto buona quanto ingenua. Vede il suo novello sposo come una minaccia e non riesce a guardare oltre l’insicurezza di lui che scambia volentieri per freddezza. È comprensibile, visto l’inizio orribile, avere dei dubbi e paure riguardo a un marito sconosciuto, ma la ragazza è stata, alla fine, fortunata a conquistare l’attenzione di Stephen. Lui prende subito a cuore la sua situazione di nobile in decadenza e, come un cavaliere dall’armatura lucente, viene in suo soccorso e cerca di renderla felice in ogni modo possibile. È un uomo buono travestito da bestia insensibile. Ha sbagliato approccio iniziale ma poi ha saputo riscattarsi. Cominciano a comunicare, a vedere l’un l’altro i pregi e i difetti, e a superare le incomprensioni, raggiungendo la giusta felicità matrimoniale.

    Dunque, ho detto che mi è piaciuta ma questa storia ha un difetto che ha reso la lettura meno soddisfacente di quello che poteva essere: la sua brevità. L’autrice avrebbe potuto scrivere ancora molto di loro ma invece ci lascia con una storia, seppur deliziosa, incompleta, a mio avviso. Sento che Julia e Stephen avrebbero avuto ancora voce da tirar fuori e questo è un vero peccato. Julia Somerford è un racconto dolce in cui il gioco d’azzardo porta a un matrimonio, dove non bisogna lasciarsi andare ai pregiudizi e scoprire l’uomo dietro la bestia.

  4. Recensione a cura del blog “The Reading’s Love – Lamoreperilibri”

    Julia Somerford è il primo volume della Saga The Somerford di Karen Aminadra. Il suo stile raffinato, curato, elegante e magistrale ci fa entrare completamente in questa storia con una maestria unica, ci coinvolge nella vicenda facendoci sentire parte della vicenda e ci fa innamorare dei suoi personaggi. Ci troviamo in epoca vittoriana, un periodo florido di enormi cambiamenti a livello politico e sociale, – in cui la visione di una famiglia borghese o aristocratica diventa un esempio di massima rispettabilità -, ma anche di aspetti negativi legati alle pessime condizioni in cui versa la classe più povera. In questo romanzo breve facciamo la conoscenza di Julia, una giovane donna solare e graziosa, educata alle buone maniere e all’etichetta del suo tempo, che in seguito al vizio del gioco d’azzardo di suo padre perde tutto: la casa della sua famiglia, la libertà e la volontà di scegliere chi sposare. Ma non tutto il male viene per nuocere. A causa degli eventi e dell’avventatezza del padre, Julia è obbligata a sposare Sir Stephen Francis, un uomo all’apparenza freddo, spregevole e interessato solo al titolo nobiliare. Man mano che la lettura prosegue scopriremo che dietro l’aria da presuntuoso di Stephen si nasconde un uomo che è capace di stupirla, di prendersi cura di lei e renderla felice. Sicuramente il personaggio di Julia è sviluppato meglio rispetto a quello di Stephen perché è lei la protagonista principale della storia, colei che ci fa conoscere la condizione della donna dell’epoca, la società patriarcale, il matrimonio di convenienza ma anche l’amore che può nascere in modo inaspettato. La storia è davvero breve, è una novella delicata e appassionante che si legge in poche ore. La narrazione è scorrevole ed è affidata ad un narratore onnisciente che ci fa conoscere entrambi i personaggi. Le ambientazioni ci fanno immergere nella bellissima Bath, una città del Regno Unito che si trova nella regione del Sud Ovest, nella contea del Somerset. Insieme a Julia osserviamo la bellezza dei vicoli, incontriamo la gente che cammina nelle strade e ci sediamo con lei nella Casa del Cioccolato gestita dai coniugi Foster a goderci una bella cioccolata calda.

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.